Ein Projekt des Schweizerischen Gemeindeverbands.
Un projet de l’Association des Communes Suisses.
Un progetto dell’Associazione dei Comuni Svizzeri.

Casa degli incontri

Sommario
Fatti/Cifre
Video/Impressioni
Contatto/links
Documenti
Le alte cariche del Canton e la bassa crescita della popolazione hanno spinto il comune di Blauen a sviluppare una «strategia d'avanguardia».

All'inizio di questo secolo, il comune di Blauen si è trovato di fronte a sfide importanti: pochi nuovi arrivati, con conseguente invecchiamento della popolazione. "Deve cambiare", ha dichiarato il Consiglio comunale. Propone quindi di creare impulsi per rendere Blauen più attraente per le giovani famiglie con bambini: è nata la "strategia d'avanguardia" del Consiglio comunale.

Nell'aprile 2012, il Consiglio comunale ha informato la popolazione dei problemi strutturali del comune che intendeva risolvere con un processo partecipativo. Nello stesso anno, fu completato il primo workshop, a cui parteciparono da 60 a 80 persone. Pochi mesi dopo, la popolazione è stata invitata a partecipare a un sondaggio in cui potevano esprimere la loro opinione sui punti di forza, le debolezze e le opportunità di sviluppo del comune.

Sei mesi dopo, è stato condotto un secondo seminario, questa volta dedicato alla valutazione dell'indagine e alla definizione dei deficit strutturali del villaggio. Durante questo evento, sono stati identificati cinque deficit, due dei quali principali: la mancanza di accesso del villaggio ai trasporti pubblici e la mancanza di servizi comunali corrispondenti ai bisogni delle famiglie più giovani. Ad esempio, una soluzione doveva essere trovata per il negozio del villaggio, che presto sarebbe stato chiuso. Inoltre, doveva essere creato un asilo nido per bambini di genitori che lavoravano e doveva essere allestita una sala riunioni più ampia per i giovani. Per il trattamento dei campi di carenza, sono stati creati gruppi di lavoro composti ciascuno da un membro del consiglio comunale e da circa sei persone della popolazione.

Uno di questi gruppi di lavoro ha curato il progetto "Centro comunitario / Gemeindezentrum": un nuovo luogo di incontro per giovani e anziani doveva essere creato in una fattoria in rovina appartenente al comune. Il centro congressi doveva creare spazio per un nuovo negozio e un bistrot, per ospitare la scuola materna e arricchire la vita del villaggio con una sala riunioni comune, il "Dorfstübli". Il progetto di progetto è stato approvato a settembre 2015 in un'assemblea municipale.

Nell'agosto 2017, il negozio del villaggio, il bistro e Kita sono entrati in servizio. La "casa degli incontri" è diventata un luogo in cui vivere, passeggiare, fare shopping e chattare per tutte le generazioni. D'ora in poi, abitanti e residenti saranno felici di incontrarsi al "Dorfstübli" e al bistrot.

Il progetto gode di un sostegno significativo tra la popolazione. È la comunicazione intensiva durante tutto il processo creativo, così come la "cultura del dibattito costruttivo" tra le autorità e le persone che lo hanno permesso.

Ad esempio, c'è stato un ricorso prima dell'inizio dei lavori sul layout della facciata della nuova costruzione. Durante gli incontri tra gli oppositori e il Consiglio comunale, fu trovato un accordo amichevole e la facciata fu adattata di conseguenza. Secondo il sindaco Dieter Wissler, un simile processo è certamente impegnativo e dispendioso in termini di tempo, ma è l'unico modo ragionevole per trovare un consenso comune e raccogliere la maggioranza. Partecipare, contribuire a plasmare e partecipare alle decisioni sono i valori chiave per il successo della "Maison des rencontres". Blauen è quindi un esempio modello per una deliberazione di successo.

 

Metodi: indagine di attivazione, gruppo di lavoro, laboratorio.

 

700
CHF 1,8 milioni
Finanziato da fondi di terzi da parte del comune, con un contributo di impegno dalla fondazione «Age-Stiftung»

 

Il consiglio comunale di Blauen

Sfide strutturali, come p. es. una popolazione che invecchia

Grande impatto sui media e invito a vari congressi, come il forum "Gemeindepower" a Hohentannen o la giornata di networking "Generations Academy".

Blauen ha ricevuto il premio "Commune Child Friendly" dell'UNICEF.

In generale, il comune ha acquisito attrattiva.

1. Sviluppo di una strategia d'avanguardia (situazione iniziale, obiettivi, calendario, procedura),

2. 2012: sessione informativa alla popolazione. Follow-up delle domande da parte della popolazione (dai 15 anni): analisi SWOT del villaggio,

3. 2012: workshop per la popolazione: definizione di deficit strutturali; costituzione del gruppo di lavoro "Centro comunitario / Gemeindezentrum",

4. 2013: il gruppo di progetto informa durante una sessione sul progetto. Di seguito sono riportati gli adattamenti del concetto di utilizzo,

5. 2014: altri adattamenti dopo un'indagine sulla redditività futura del negozio del paese; informazioni scritte alla popolazione,

6. 2015: ultimi adattamenti del concetto di utilizzo dopo un'indagine sulla necessità di un asilo nido; informazioni scritte alla popolazione,

7. 2015: i crediti di pianificazione e attuazione sono approvati nelle riunioni comunali,

8. 2015: ricorso legale sul layout della facciata,

9. 2016: accordo amichevole ed esecuzione degli adattamenti richiesti, quindi demolizione e ricostruzione della casa,

10. Estate 2017: apertura ufficiale della "Maison des rencontres".

Gesamte Bevölkerung
Erhöhung der Lebensqualität
Über mehrere Monate
Verschiedene Methoden

Dr. Dieter Wissler

Blattenweg 15

4223 Blauen

dieter.wissler@bluewin.ch

///////////////////////////////////////////

SRF

Basellandschaftliche Zeitung

Generationenakademie

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen

Contatto

Associazione dei Comuni Svizzeri
Casella Postale, Laupenstrasse 35, CH-3001 Berna
Tel.: 031 380 70 00
verband(at)chgemeinden.ch

Seguiteci su

"In comune" auf Facebook (öffnet neues Browserfenster)

Associazione dei Comuni Svizzeri

Schweizerischer Gemeindeverband
 

2013. Tutti i diritti riservati. Per ulteriori informazioni potete consultare le «Informazioni legali generali, protezione dei dati».